COSTITUZIONI NATUROPATICHE

Non siamo tutti uguali, lo ripeto da sempre, per questo è importante un'analisi mirata che tenga conto delle caratteristiche individuali.
Alimentazione, risposta e gestione dello stress, caratteristiche emotive, psicologiche tutto ci caratterizza e differenzia, per questo, l'aiuto alle piccole o grandi disarmonie che incontriamo deve tenere conto di tutti i fattori.

Nasciamo con una certa costituzione di base determinata da genetica, influenze astrologiche, stagione di nascita ed altre informazioni sottili.
La costituzione individuale è di fondamentale importanza poichè determina, nella vita, i nostri punti di forza e debolezza, relativi alla salute, il modo di rapportarsi agli altri, agli eventi e all'esistenza stessa.
Le costituzioni di base in naturopatia sono quattro: biliare, sanguigna, linfatica e nervosa, classificazione che deriva dalla teoria umorale di Ippocrate.
Troviamo poi classificazioni in chiave omeopatica, embriologica o neuroendocrina, diverse modalità ma che mirano tutte ad uno stesso obbiettivo.
Non è detto che si faccia parte di una costituzione pura e per questo il supporto di un professionista può essere utile per raggiungere e costruire una strategia ottimale per la risoluzione della propria disarmonia.
In generale le caratteristiche delle costituzioni possono essere così definite:


Costituzione bilioso
Soggetto ideale dal punto di vista costituzionale, con viso rettangolare, spalle larghe, petto in fuori, vita stretta, che mette su massa muscolare con estrema facilità.
Presenta una mineralizzazione perfetta e in genere sta complessivamente bene non facile ad ammalarsi.
Forte, con vitalità eccezionale, focoso, si infiamma e si spegne subito, sia caratterialmente che sotto il profilo patologico.
Punto debole della costituzione biliare è il fegato. La funzione epatica è fortemente impegnata e richiede una buona e periodica disintossicazione.
Costituzione sanguigno
Soggetto che presenta un fisico massiccio, grande e grosso oppure brevilineo.
Ha una buona mineralizzazione, ipervitale, rosso in viso, di carattere gioviale.
Soffre caratteristicamente di problematiche da sovraccarico, da accumulo.
Tende a mangiare molto.
L'alimentazione gioca un ruolo importante e se non salutare può portare problematiche dell'apparato digerente e del fegato.
Inoltre si presentano problemi metabolici diabete,ipercolesterolemia, acidosi urica e aumento di peso.
Costituzione linfatico
Il soggetto linfatico presenta un fisico "rotondo", è pallido generalmente per una mancanza di vitalità.
Soffre di gonfiori, è demineralizzato, con tendenza agli edemi e ha una debolezza del sistema immunitario.
Ha una predisposizione a sviluppare disturbi da sovraccarico del sanguigno.
Soffre di problematiche legate a carenze e scarsa ricarica energetica: fragilità dell'apparato digerente, stitichezza, diarrea, debolezza di fegato e rene.
Ha un rallentamento generale e spesso apatia, scarsa motivazione, depressione.
Costituzione nervoso
Il tronco assomiglia ad un cilindro, con spalle e vita di larghezza simile.
Il viso è stretto e irregolare. Le articolazioni sono iperlasse.
Più è alto, più il nervoso è demineralizzato. Può avere anche molta energia, ma è la massa che è insufficiente.
I principali problemi di questa costituzione sono: ossei, muscolari e ai legamenti (con tendenza alle distorsioni), nervosi e psicosomatici rimugino mentale, introversione, emotività, ansia, irritabilità.
Può' soffrire di insonnia, depressione, sensibile allo stress, astenia e facile all'affaticamento, digestione difficile e debolezza del sistema immunitario.